CARA di Castelnuovo di Porto riparte la protesta

2097b3a9-63c9-4bdc-9f41-e27fef9dc88eQuesta mattina è ripartita la protesta dei richiedenti asilo “ospiti” al C.A.R.A. di Castelnuovo di Porto, dove già due settimane fa i rifugiati avevano bloccato per alcune ore l’ingresso del centro, scontrandosi con la Polizia ed ottenendo in seguito la promessa da parte della cooperativa Auxilium (che gestisce il centro) di fare dei passi avanti sul problema dei soldi che vengono dati dentro al centro in forma di Pocket Money.
Ieri sera dopo un incontro con l’Auxilium gli è stato comunicato che non sarebbero arrivate risposte prima del 20; a quel punto i migranti sono usciti dal centro per protesta e si sono organizzati per l’iniziativa di blocco di questa mattina.
Già dalle 7 in qualche centinaia i richiedenti asilo hanno bloccato una rotatoria vicino al centro collegata alla Tiberina, per protestare contro le mancate risposte sul Pocket Money, ma soprattuto per le condizioni indegne a cui sono sottoposti in questi luoghi, in un sistema di accoglienza che nega qualsiasi prospettiva ai migranti mentre favorisce la mafia di cooperative come Auxilium.
Dopo poco si è alzata la tensione con l’arrivo delle forze dell’ordine e dell’esercito che hanno iniziato a trascinare via alcuni rifugiati che partecipavano al blocco. Alla determinazione del blocco la polizia ha risposto con spintoni, calci e cariche, dove sono state fermate una decina di persone.
La celere ha rincorso i rifugiati fino al C.A.R.A. Dove alle 11 la situazione era ancora molto tesa, con diverse camionette fuori dal centro e i richiedenti asilo che continuano ad impedire l’accesso al centro anche agli operatori delle cooperative, mentre sono in assemblea.
5397937e-e794-40b0-8f1e-e841cafd8dacSeguiranno aggiornamenti sui fermi e sulle iniziative delle prossime ore, nel frattempo rilanciamo sull’appuntamento di Venerdì 13 alle 17 sotto la Prefettura per un Presidio con microfono aperto dove Movimenti, Associazioni e rifugiati prenderanno parola sul Piano Casa e il suo Art. 5 che aggrava ancora di più la situazione dei richiedenti asilo e contro il sistema dell’accoglienza e la gestione di questi centri.

#nocara #nocie #libertàdimovimento

Movimenti per il Diritto all’Abitare

Video di un fermo violento
Video di una carica della polizia per sgomberare il blocco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...