Archivi tag: antirazzismo

29 Maggio Giornata di festa Antirazzista e No Cemento

Sabato 14 maggio nel nostro quartiere hanno sfilato Casa Pound ed altri esponenti della destra neofascista cittadina. Con il pretesto di portare solidarietà ad una ragazza colpita da una violenza in un parco abbandonato nei pressi di via Teano, hanno come al solito tentato di fomentare la guerra tra poveri additando nei Rom e negli immigrati la causa del degrado del nostro quartiere.
Supportati da programmi televisivi razzisti tentano in ogni modo di nascondere le responsabilità di politici e palazzinari. Questi governano la città sulla base del profitto e generano ghetti di povertà con tagli ai servizi sociali e incuria in tutte le periferie.
Continua a leggere 29 Maggio Giornata di festa Antirazzista e No Cemento

Annunci

Roma Est respinge il piagnisteo leghista! #MaiConSalvini

Oggi, Giovedì 3 Marzo, il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha allestito l’ennesimo teatrino mediatico (convocato con poche ore d’anticipo) a P.zza Malatesta dove nel week end il banchetto elettorale di Noi Con Salvini era stato ribaltato dall’intollerenza degli abitanti del quartiere verso razzisti e politicanti di ogni colore. In cerca di rivincita e visibilità dopo l’attacco (che non è stato l’unico) subito dai leghisti, provando a cogliere l’occasione per del facile vittismo, ha messo in scena un fantomatico incontro con gli abitanti del quartiere contro “la violenza dei centri sociali”. Continua a leggere Roma Est respinge il piagnisteo leghista! #MaiConSalvini

Roma, Battistini: gli unici stranieri sbirri e fascisti nei quartieri

180202567-fd677e46-3e81-46b7-af2e-e2113604a2a9Oggi a Battistini a Roma sarebbe dovuto avvenire l’ennesimo show dei fascisti di Casapound. Questi infami infatti, prendendo l’espediente dell’incidente automobilistico avvenuto su via Mattia Battistini la settimana scorsa e sciacallando quindi sulla morte di Cory, avevano convocato un presidio razzista all’uscita della metro chiedendo la chiusura dei due campi rom di zona.

Questo show però oggi non c’è stato. Centinaia di cittadini del territorio, migranti, studenti, attivisti per il diritto all’abitare sono infatti oggi scesi in piazza per impedire che un presidio di questo tenore avesse luogo a poche centinaia di metri da dove l’incidente è avvenuto.

Fin dalle 16 di pomeriggio la piazza della metro di Battistini è stata perciò animata da tutti coloro che vivendo effettivamente questo quartiere si sono resi conto che i problemi quotidiani non si risolvono con facili slogan fascisti ma lottando quotidianamente per la conquista di diritti e dignità.

Dopo alcune ore di slogan e volantinaggio nella piazza, la polizia in tenuta antisommossa ha caricato il concentramento antirazzista, picchiando chi era lì solo per urlare che non si può fare campagna elettorale sulle morti e sulle tragedie.

Puntuali, dopo le cariche della polizia, sono spuntati una cinquantina di fascisti di Casapound che scortati e difesi dalle guardie hanno srotolato un paio di striscioni razzisti sotto lo sguardo attonito dei passanti, ironia della sorte, la maggior parte migranti data la composizione del quartiere. Dopo un’oretta però i fascisti a braccetto con la polizia hanno finalmente capito di non essere i benvenuti a Battistini come in tutti gli altri quartieri di Roma e hanno mestamente ripiegato nella metro, ritornando verso le fogne da dove erano usciti.

Il quartiere di Battistini, che già era stato attraversato sabato 30 dal corteo partito dal Bronx per la questione delle case popolari, questo pomeriggio ha impedito che quattro scemi fascisti continuassero a strumentalizzare la vicenda di Cory per il perseguimento di odiosi fini razzisti, esprimendo ancora una volta solidarietà e vicinanza alla famiglia di Cory, che sta dimostrando una dignità inenarrabile.

Oggi, come tutti i giorni: gli unici stranieri sono gli sbirri e i fascisti nei nostri quartieri.

#maiconrenzi #maiconsalvini