Archivi tag: Legacoop

Domenica 29 iniziativa pubblica su CASA E LAVORO: RIAPPROPRIAZIONE E LOTTA

tangram29-6_webOccupare case significa conquistare reddito, ecco perché pensiamo che le lotte che riguardano la questione lavorativa debbano entrare in connessione con quelle per il diritto alla casa. Gli studenti e i lavoratori, a fronte dell’impoverimento generale, si trovano tra due fuochi: da un lato la difficoltà di pagare affitti sempre più sproporzionati, dall’altro il ricatto di forme di impiego al limite dello sfruttamento che hanno trovato nella flessibilità una possibilità di legittimazione.
I movimenti di lotta per la casa, a Roma, non si sono spesi solo per conquistare un diritto fondamentale, ma hanno attaccato il cuore di chi attraverso la rendita immobiliare si arricchisce e specula. L’occupazione a scopo abitativo quindi non risponde soltanto alla ricerca di autodeterminazione e di autonomia, ma costituisce un attacco preciso a chi sfrutta il territorio determinando una frattura sempre meno sanabile tra centro e periferie, al fine di ottenere maggiori profitto e ricchezza. Il decreto Lupi (in particolare l’art.5) e il cosiddetto jobs act, passando per il Salva Roma, sono tutte espressioni di un’idea di rilancio dello sviluppo del paese che si traduce di fatto in ulteriore sfruttamento del suolo, dei territori urbani e, attraverso la flessibilità, anche della nostra forza lavoro.

Ne parliamo con:
Mauro Baioni – urbanista e redattore di Eddyburg.it
Alberto Violante – sociologo

Invitiamo a partecipare:
Coordinamento cittadino di lotta per la casa
Blocchi precari metropolitani
Sportello metropolitano di Centocelle, via dei Castani
Alexis Occupato
Assemblea di sostegno alle lotte della logistica
Assemblea lavoratori AMA
ATAC
CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario

A seguire:

ORE 20:00 GRIGLIATA SOCIALE
ORE 21:00 LETTERE DALLA STRADA – reading per voci e chitarre combat rock con: Cristiano Armati; Yari Selvetella; Angelo Sigaro Conti

Progetto TANGRAM

Roma, contro il jobsact di Renzi e Poletti sanzionata la Lega Coop‏: reddito per tutt@!

Questa mattina un centinaio tra precari, disoccupati, neet, occupanti di casa sono entrati nella sede nazionale della lega coop! Lo scopo dell’iniziativa è di evidenziare le gravi responsabilità della lega delle cooperative in termini di precarizzazione dei lavoratori, sfruttamento e salari da fame, come succede, tra gli altri, per i lavoratori della logistica costretti a caricare scaricare tonnellate di merce ogni giorno con paghe da fame ed a ritmi folli.

Queste coop ormai sono rosse di vergogna! Il presidente della lega coop Giuliano Poletti è l’attuale ministro del lavoro e del welfare responsabile del decreto lavoro approvato recentemente dal governo Renzi, la cui discussione parlamentare inizierà nelle prossime settimane. Tale provvedimento flessibilizza ulteriormente il mercato del lavoro trasformandolo in una giungla tra liberalizzazione dei contratti a termine ed abuso di apprendistati e freejob! Questo è il modello Poletti- Renzi ovvero la precarietà infinita, la precarietà a vita! Inoltre, per l’ennesima volta, non è stata avviata la riforma degli ammortizzatori sociali che in Italia coprono solo una piccola parte dei lavoratori cosi detti garantiti! Ancora una volta lavoratori a progetti, partite IVA, precarie e disoccupati sono esclusi dai provvedimenti, mentre la disoccupazione generale raggiunge il 13% e quella giovanile oltre il 43%. Per adesso abbiamo ascoltato solo parole e dichiarazioni di intenti, ma fino ad oggi nessuna forma di protezione sociale è stata approvata. Vogliamo un reddito garantito per tutti ed una reale redistribuzione della ricchezza!

Allo sfruttamento ed alla miseria del presente, oggi, vogliamo dire un forte no e rilanciare verso la manifestazione nazionale del 12 aprile: ribaltiamo il jobsact!

#welfareattack #staiserenomatteo noi non ti crediamo

Movimenti sociali contro precarietà ed austerity

http://www.abitarenellacrisi.orgtmp_jobs-2053564582