Archivi tag: Salvini

#MaiConSalvini verso il 28F. I movimenti occupano la basilica a piazza del Popolo, le forze dell’ordine sgomberano con violenza

B-2HVHyW8AAvjcCQuesta mattina decine di attiviste e attivisti dei movimenti hanno occupato le navate della la basilica di Santa Maria del Popolo e hanno raggiunto la cupola srotolando gli striscioni con su scritto MAI CON SALVINI, MAI CON RENZI, RESPINGIAMOLI. Nel frattempo un altro gruppo provava a raggiungere la piazza partendo da Piazza di Spagna.

L’intervento delle forze dell’ordine è stato immediato e molto violento. Le persone sedute per terra, sono state trascinate fuori dalla basilica e si contano diversi feriti, portati via con le autoambulanze.

La resistenza dei migranti, dei precari e degli studenti che hanno occupato la chiesa è stata un primo segno della rabbia crescente contro Salvini e Casapound. Inaccettabile il comportamento di polizia e finanza che hanno violato un luogo sacro. Altro che accoglienza! Anche la curia porta la responsabilità di questo scempio.

Alcuni degli occupanti sono ancora in stato di fermo, come coloro che avevano raggiunto il tetto.

I movimenti con questa azione e con la mobilitazione di massa di oggi pomeriggio alle 17 con appuntamento a piazzale Flaminio, intendono impedire materialmente il comizio della Lega Nord e di Casapound previsto per domani – 28 febbraio – a piazza del Popolo.

In questa maniera, dentro la costruzione della manifestazione del 28 Febbraio con partenza da piazza Vittorio alle 14, i movimenti per la casa e i migranti, insieme a studenti e precari, quotidianamente protagonisti nelle lotte di questa città, stanno dando un segnale di “respingimento” forte e chiaro nei confronti del Matteo padano e dei suoi alleati fascisti di Casapound.

Verso il #28F conferenza stampa e contestazione a Salvini

B-r41_1WwAAFIx8.jpg_largeRiportiamo i comunicati della contestazione a Salvini a Montecitorio e della Conferenza stampa che si è tenuta in Campidoglio:

#MaiConSalvini, blitz e conferenza stampa a Piazza Vittorio.

Questa mattina intorno alle 12 un centinaio tra i promotori della campagna #MaiConSalvini hanno fatto un blitz a Piazza Vittorio, dando poi vita ad una conferenza stampa di lancio del corteo di sabato prossimo, che ricordiamo partirà alle ore 14 dallo stesso cuore dell’Esquilino e raggiungerà Piazza Sant’Andrea della Valle. Mentre altri militanti stavano rovinando la sfilata di Salvini al Campidoglio, a Piazza Vittorio si è parlato alla gente di un quartiere meticcio, da sempre patrimonio della Roma antirazzista e antifascista. Negli interventi che si sono susseguiti, tra studenti e movimenti sociali fino al Forum per l’Acqua Bene Comune, si è rimarcata la determinazione a mantenere la partenza del corteo da Piazza Vittorio nonostante la provocazione fascista di CasaPound che ha convocato lì un presidio proprio per sabato mattina. Una determinazione rafforzata inoltre dalla lettura del comunicato di adesione dell’ANPI di Roma al corteo di sabato. A questa determinazione hanno fatto eco altri spunti di riflessione che collocavano la figura di Salvini da 20 anni a questa parte nei peggiori governi Berlusconi, colpevoli di aver dato il via alla precarizzazione del mondo del lavoro, complici della destrutturazione del mondo della formazione e autori dello sdoganamento di un nuovo fascismo dal volto “ripulito”. Lo striscione aperto durante l’iniziativa, dietro al quale i #MaiConSalvini si sono compattati andandosene via in corteo e scandendo cori, metteva infine il punto sulla natura del corteo: “no alle politiche d’austerity, no al governo Renzi”, uno slogan che rilancia il percorso di diverse soggettività unite dal rifiuto per questo governo e le sue misure anti-crisi e dalla netta opposizione a chi fomenta odio, razzismo e violenza sia Roma che in tutta la nazione.

Anche a Piazza del Campidoglio #maiconsalvini

Oggi mercoledì 25 febbraio Matteo Salvini si è presentato in piazza del Campidoglio per la conferenza stampa di lancio del comizio di sabato prossimo in piazza del popolo. La piazza presidiata fin dalla mattina è stata evacuata poco prima del suo arrivo, ma chi era riuscito a rimanere nella piazza ha spontaneamente iniziato a contestarlo. Poco dopo seppur fermate e alcune identificate un “pericolosissimo” gruppo di donne, precarie, studentesse, mamme ha contestato con dei cartelli di carta Matteo Salvini. Hanno gridato tutta la loro disapprovazione contro chi ha insultato questa città, contro chi per anni ha inneggiato alla secessione e ora si presenta come opposizione sociale scordandosi di essere stato al governo per 15 anni sostenendo politiche che hanno precarizzato il mondo del lavoro, che hanno istituito il reato di immigrazione clandestina e contribuito al taglio dei servizi e alla distruzione delle politiche sociali.

L’unica risposta articolata da Salvini e dai suoi è stata “tornate nel pollaio, andate a studiare”.Non ci stupisce la pochezza di argomenti di chi vorrebbe presentarsi come alternativa al Governo Renzi ed era quasi disarmante la sua incapacità di sostenere un contraddittorio con chi esprime opinioni differenti.I messaggi politici di Salvini sono pericolosi e contribuiscono a fomentare l’odio e la xenofobia in questo paese, soffiando sul fuoco del disagio sociale a cui il suo stesso partito ha contribuito. Mille volte abbiamo manifestato in questa ed in altre piazze contro le politiche di austerità e in difesa dei diritti per tutti e tutte.

Non sono ne Salvini ne la Lega la vera opposizione al Governo Renzi.Roma non ti vuole!! La Roma solidale, antirazzista e antifascista manifesterà sabato 28 febbraio ore 14 da piazza Vittorio

#maiconsalvini

#romanonsilega

#28f

Verso il 28 febbraio, ripetiamo con forza #MaiConSalvini !

10426272_761759510559452_1987112432308714703_nDalla seconda assemblea che si è svolta all’università La Sapienza si è continuata ad evidenziare quella ricchezza qualitativa che ha caratterizzato il primo incontro pubblico.

Tutti gli interventi hanno evidenziato innanzitutto di voler costruire un corteo di massa e determinato contro l’avanzata xenofoba e razzista che il secondo Matteo della Repubblica sta mettendo in campo.

Coscienti che la data del 28 non è una dirittura di arrivo, ma un passaggio doveroso per arginare l’avanzata dei populismi xenofobi rappresentati in tutta Europa dalla Lega, da Le Pen e dai movimenti di estrema destra, rilanciamo ed estendiamo l’appello alla partecipazione alle lotte sociali e ai territori di Roma che non dimenticano gli insulti alla città, le politiche di precarizzazione promosse dalla Lega quando era al governo, le stragi di migranti di cui Salvini e il suo partito sono tra i principali mandanti morali.

Diciamo forte e chiaro che Salvini è indesiderato in questa città e chiamiamo alla mobilitazione generalesabato 28 febbraio alle ore 14 con partenza da Piazza Vittorio.

#maiconsalvini
#romanonsilega

Evento FB del corteo del 28 Febbraio:

https://www.facebook.com/events/662215860557501/?fref=ts

ZEROCALCARE DICE #MAICONSALVINI

ELIO GERMANO DICE #MAICONSALVINI